Il museo Vasa

La nave Vasa si rovesciò e affondò in occasione del suo viaggio inaugurale a Stoccolma nel 1628. Dopo 333 sui fondali marini, l’imponente nave da guerra venne recuperata e poté continuare il suo viaggio. Oggi, il Vasa è la nave del XVII secolo meglio conservata al mondo e può essere ammirata in un museo appositamente costruito a Stoccolma per accoglierla. Il Vasa è un tesoro artistico unico consistente per il 98 percento di parti originali e di centinaia di sculture lignee intagliate.

Oltre alla nave, il museo Vasa accoglie varie esposizioni che raccontano la storia brevissima e allo stesso tempo lunghissima del Vasa. Al museo troverete un negozio ben assortito, così come un apprezzato ristorante che serve pasti completi, ma anche pranzi più leggeri e prodotti di pasticceria. Visite guidate in inglese si susseguono più volte al giorno. Audioguide in molteplici lingue. Proiezione quotidiana in più lingue del film sul Vasa e del film per bambini ”The Vasa Piglet”. Il prezzo di ingresso comprende tutto.

Benvenuti alla scoperta del mondo Vasa!

Visitate il museo Vasa

Orario di apertura del museo Vasa

2 gennaio – 31 maggio nonché 1 settembre – 30 dicembre
10.00-17.00, mercoledì 10.00-20.00

1 giugno – 31 agosto
8.30-18.00

31 dicembre
10.00-15.00

1 gennaio e 23-25 dicembre chiuso

Orario di apertura ristorante del museo Vasa

Per l’orario di apertura del ristorante, visitate la pagina web

Prezzi di ingresso

Adulti 150 SEK
Bambini e giovani 0-18 anni 0 SEK

Il prezzo di ingresso comprende: visita guidata, visione dei film, audioguida e percorso per le famiglie che vogliono scoprire il museo da soli.
Le visite guidate per gruppi con più di nove persone devono essere prenotate in anticipo. Per maggiori informazioni, contattare il Servizio di prenotazione: bokningen.vasa@maritima.se

In vista della visita

Evitare di portare con sé borse voluminose; al museo non ci sono servizi di deposito.

Portare con sé qualche indumento più caldo. Per essere conservato al meglio, il Vasa richiede una temperatura di 18-20°C, e quando fuori fa caldo, all’interno del museo si potrebbe sentire freddo.

Fare foto e riprese video nel museo è consentito solo per uso privato.

Come raggiungere il museo Vasa

L’indirizzo per le visite è Galärvarvsvägen 14, Stockholm.

A piedi o in bicicletta

Dal centro di Stoccolma si impiegano circa 10 minuti in bicicletta, o circa 20 minuti a piedi, per raggiungere il museo Vasa.

Con i mezzi pubblici

Il museo Vasa è raggiungibile in tram, autobus e traghetto. Per gli orari dei mezzi pubblici, consultare il sito del servizio di trasporto pubblico di Stoccolma [SL]:

In auto

I posti di parcheggio sull’isola Djurgården sono limitati. Migliori possibilità di parcheggio prima del ponte Djurgårdsbron, lungo le vie Strandvägen e Narvavägen. Il parcheggio per persone disabili si trova davanti all’entrata principale del museo.

Informazioni sul Vasa

PERCHÉ VENNE COSTRUITO IL VASA?

Il Vasa venne ordinato dal re svedese Gustavo II Adolfo e fu costruito da circa 400 donne e uomini a Stoccolma a partire dal 1626. Era una nave potente con tre alberi in grado di portare dieci vele, misurava 52 metri dalla sommità alla chiglia, era lunga 69 metri e pesava 1.200 t. Con i suoi 64 cannoni, il Vasa era stato progettato per diventare un’importante nave della flotta da combattimento.

IL NAUFRAGIO

Il 10 agosto 1628, il Vasa mollò gli ormeggi dal suo attracco ai piedi del palazzo reale Tre Kronor. Dai portelli aperti sporgevano in parata le canne di tutti i cannoni e dalle loro bocche furono sparati colpi a salve. L’imponente nave lasciò lentamente il porto. Investita da alcune raffiche di vento, la nave si coricò su un fianco. L’acqua affluì con forza attraverso i portelli dei cannoni aperti e il Vasa affondò. Delle circa 150 persone a bordo, ne morirono almeno 30. Sarebbero passati 333 anni prima che il Vasa rivedesse la luce del giorno.

PERCHÉ AFFONDÒ IL VASA?

Nel XVII secolo non si conoscevano ancora i calcoli teorici per la stabilità di una nave, e la costruzione era basata sulle precedenti esperienze. Volendo introdurre novità tecniche, nel caso del Vasa l’artiglieria pesante su doppio ponte di batteria, era necessario procedere a tentoni. Il Vasa era eccessivamente pesante sopra la linea dell’acqua e non riuscì a raddrizzarsi e a ripristinare l’equilibrio dopo aver sbandato per le folate di vento.

LO SCOPRITORE

Anders Franzén era stato affascinato dai relitti di navi nell’arcipelago di Stoccolma sin dalla tenera età. Durante le estati dal 1954 al 1956, basandosi sulle informazioni contenute nei documenti del XVII secolo, Franzén si mise alla ricerca del Vasa con draghe trascinate sul fondo da un motoscafo. Il 25 agosto 1956, mentre lui e il sommozzatore Per Edvin Fälting effettuavano ricerche a largo dell’isolotto Beckholmen, la draga si incagliò in un oggetto di quercia di grandi dimensioni. Il Vasa era stato ritrovato!

”IL PUZZLE DI CONOSCENZE PIÙ GRANDE AL MONDO”

Per il lavoro di recupero avviato nell’autunno 1957 furono impegnati palombari nello scavo a getto d’acqua delle gallerie sotto la nave in cui sarebbero passati i cavi di sollevamento. Il 24 aprile 1961, la nave affiorò dall’acqua e venne recuperata insieme a più di 14.000 parti in legno mobili. La nave e le parti vennero conservate separatamente. Successivamente, le parti vennero rimontate sulla nave come in un gigantesco puzzle.
Il Vasa diffonde conoscenze sulla sua epoca ancora oggi, mentre non si ferma la ricerca per scoprire come conservare al meglio il legno e la bulloneria della nave, ma anche gli scheletri e i resti di tessuto trovati a bordo. L’obiettivo è conservare il Vasa per molte generazioni a venire.

Leggete di più sulla storia del Vasa e su ricerca e lavoro di conservazione del museo Vasa alle pagine in inglese: